Travaglio

Brilla l’Estate nella terra arida e fumosa

immane l’esigenza di acque continue

ma tra il bagnato e il secco

traspare il nudo seme

che come parte di noi,

è solito essere nascosto

nell’intimità più segreta

che occhi indiscreti non vedano,

che mani violente non prendano,

che stupide menti non pensino,

ed è tesa oramai come la corda di un violino.

 

Concetti sconosciuti si mescolano

all’abitudinarietà

ansia e stress ne fanno da padroni

in un travaglio senza fine

di là, in quel sentiero sul campo.greta correzzola

 

Piera Gabrieli, 13/07/2016

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...